Smascherare una bufala in tre passi

6 dicembre 2011 § Lascia un commento

BufalaContinuo a rimanere perplesso tutte le volte che ricevo, per e-mail o tramite social network, bufale di qualsiasi tipo: dalla richiesta di aiuto per bimbi in fin di vita all’invito ad assecondare una catena di Sant’Antonio in modo che un’azienda o un ente devolva un contributo per una giusta causa, a proposte di boicottaggio di questa o quella multinazionale perch√® colpevole di un inqualificabile comportamento quando non addirittura di un vero e proprio crimine. Insomma il panorama √® vario e sembra che l’unico limite sia la fantasia.
Alcune di queste bufale mi fanno venire in mente quei meccanismi di diffusione delle notizie tipiche del medioevo e dintorni, quando l’esistenza di draghi, streghe, untori non veniva messa in discussione e il fatto che esistessero decine di teste di Giovanni Battista nei reliquari del mondo cristiano non destava alcun sospetto. Ma erano altri tempi, quando l’alfabetizzazione era quasi nulla ed era difficile verificare le notizie.

« Leggi il seguito di questo articolo »

Dove sono?

Stai visualizzando gli archivi per dicembre, 2011 su Andrea Chiarelli.