Programmazione, tra arte e mestiere

3 dicembre 2012 § 1 Commento

developerNon è raro per chi è lontano dal mondo informatico vedere nel programmatore come una sorta di supereroe, un intermediario tra l’essere umano e la macchina, colui che piega un computer al suo volere a colpi di codice. In realtà, vedendo le cose un po’ più da vicino parte della magia svanisce, anzi in certi casi ci può essere il sospetto che chi ha il sopravvento sia la macchina da cui ci difendiamo con patch e service pack. Al di là delle considerazioni di chi vede la programmazione dall’esterno, dobbiamo ammettere che l’approccio a questo lavoro ha radici creative, tanto da poter essere considerata un’arte.

« Leggi il seguito di questo articolo »

Annunci

Dove sono?

Stai visualizzando gli archivi per dicembre, 2012 su Andrea Chiarelli.