Programmazione, tra arte e mestiere

3 dicembre 2012 § 1 Commento

developerNon è raro per chi è lontano dal mondo informatico vedere nel programmatore come una sorta di supereroe, un intermediario tra l’essere umano e la macchina, colui che piega un computer al suo volere a colpi di codice. In realtà, vedendo le cose un po’ più da vicino parte della magia svanisce, anzi in certi casi ci può essere il sospetto che chi ha il sopravvento sia la macchina da cui ci difendiamo con patch e service pack. Al di là delle considerazioni di chi vede la programmazione dall’esterno, dobbiamo ammettere che l’approccio a questo lavoro ha radici creative, tanto da poter essere considerata un’arte.

« Leggi il seguito di questo articolo »

Una guida su ASP.NET Web API

27 agosto 2012 § 2 commenti

ASP.NET Web APIFino a qualche tempo fa il supporto di Microsoft alla creazione di API in modalità REST non era del tutto lineare. Erano disponibili due stradesfruttare WCF, il sottosistema di .NET dedicato alla costruzione di applicazioni service-oriented, o adottare una libreria esterna, come ad esempio OpenRasta o Service Stack. Il primo approccio non era così immediato mentre il secondo comportava una scelta tra pacchetti non sempre stabili, completi o ben documentati.

Da alcuni mesi è però disponibile ASP.NET Web API, il pacchetto ufficiale per la realizzazione di API RESTful con ASP.NET.

« Leggi il seguito di questo articolo »

Il programmatore pigro non ama ripetere

4 maggio 2012 § Lascia un commento

Lazy programmerC’è un detto nel mondo informatico che sostiene che il miglior programmatore sia il programmatore pigro, cioè colui che non ama fare più volte le stesse cose. Quando si trova a dover fare due volte la stessa attività comincia a pensare di automatizzarla.

Ci si potrebbe chiedere quanto incida il costo dell’automazione di un’attività sul costo dell’attività stessa. Beh, qualche volta il programmatore pigro si lascia prendere la mano e finisce per lavorare più di quanto sarebbe necessario. Ma il vero programmatore pigro sa valutare bene quando è effettivamente conveniente automatizzare e quando no.

« Leggi il seguito di questo articolo »

Ponti, edifici e software

2 febbraio 2012 § 6 commenti

Fonte: rebaz007

Le metafore sono uno strumento eccezionale per comprendere rapidamente un concetto, creando una corrispondenza tra quello che conosciamo e quello che vogliamo conoscere. Nell’informatica si fa un grande uso di metafore, ma come talvolta accade, non sempre sono del tutto calzanti. Una di queste, in verità molto abusata, accosta lo sviluppo del software alla costruzione di ponti o edifici.
Probabilmente a primo acchito questa metafora rende l’idea a chi è proprio all’oscuro dellle problematiche di sviluppo del software, ma ad una attenta analisi essa risulta del tutto inadeguata e fuorviante.

« Leggi il seguito di questo articolo »

Proverbi di ingegneria del software

11 luglio 2011 § Lascia un commento

Top Down DevelopmentQuando qualcosa diventa proverbiale vuol dire che ha raggiunto una notorietà tale da essere ormai quasi del tutto evidente, risaputa: la proverbiale saggezza di Salomone, la proverbiale pazienza di Giobbe.
Nulla di male, quindi, se alcuni aspetti dell’ingegneria del software entrano a far parte del mondo dei proverbi. Vuol dire che si tratta di una disciplina che si sta radicando nel tessuto sociale e culturale. Probabilmente per questo motivo Tom Van Vleck sta raccogliendo alcuni proverbi sull’ingegneria del software, come testimonianza del ruolo acquisito da questa disciplina informatica.

Ma se si vanno a vedere i proverbi citati non è che ci sia da stare tranquilli.

« Leggi il seguito di questo articolo »

Guida alle licenze software

25 gennaio 2011 § Lascia un commento

E’ da un po’ che ci pensavo, ma un po’ per mancanza di tempo, un po’ perchè se non sei in qualche modo costretto certe cose non le fai mai, non mi decidevo ad iniziare. Ora finalmente è partita. Parlo della realizzazione di una breve guida di orientamento alle licenze software . Non una guida per giuristi, ma per utenti e programmatori.
Già, perchè l’argomento è molto spesso ignorato o mal compreso anche dagli addetti ai lavori.

« Leggi il seguito di questo articolo »

Migliora il mio codice, per favore…

16 aprile 2009 § Lascia un commento

Il refactoring è quella attività che ciascun programmatore dovrebbe fare per migliorare il proprio codice funzionante. In altre parole, dopo aver trovato il modo di risolvere un problema, sarebbe opportuno dedicare un po’ di tempo per fare in modo che la soluzione trovata ed il codice scritto siano migliori sotto diversi punti di vista: migliori per efficienza, migliori per leggibilità, migliori per manutenibilità, migliori per design, ecc.

« Leggi il seguito di questo articolo »

Dove sono?

Stai esplorando le voci con il tag programmazione su Andrea Chiarelli.