Smascherare una bufala in tre passi

6 dicembre 2011 § Lascia un commento

BufalaContinuo a rimanere perplesso tutte le volte che ricevo, per e-mail o tramite social network, bufale di qualsiasi tipo: dalla richiesta di aiuto per bimbi in fin di vita all’invito ad assecondare una catena di Sant’Antonio in modo che un’azienda o un ente devolva un contributo per una giusta causa, a proposte di boicottaggio di questa o quella multinazionale perchè colpevole di un inqualificabile comportamento quando non addirittura di un vero e proprio crimine. Insomma il panorama è vario e sembra che l’unico limite sia la fantasia.
Alcune di queste bufale mi fanno venire in mente quei meccanismi di diffusione delle notizie tipiche del medioevo e dintorni, quando l’esistenza di draghi, streghe, untori non veniva messa in discussione e il fatto che esistessero decine di teste di Giovanni Battista nei reliquari del mondo cristiano non destava alcun sospetto. Ma erano altri tempi, quando l’alfabetizzazione era quasi nulla ed era difficile verificare le notizie.

« Leggi il seguito di questo articolo »

Che fine hanno fatto i virus (quelli veri)?

4 aprile 2011 § Lascia un commento

Fonte: commons.wikimedia.org

Qualcuno si ricorda ancora dei virus di una volta? Quelli che ti azzannavano il boot sector e ti costringevano a riformattare tutto per essere sicuro di essertene liberato? Parlo di roba del tipo Flip o Monkey: piccoli pezzi di codice che si attaccavano agli eseguibili e ti infettavano mezzo mondo.

Oggi sembra siano scomparsi. Al loro posto ci sono worm, trojan, spyware e roba simile, anche se impropriamente continuiamo a chiamarli virus. Basta dare un’occhiata alla classifica dei virus più diffusi per rendersene conto.
Non che questi non siano fastidiosi, ma hanno effetti un po’ diversi rispetto ai virus di altri tempi.

« Leggi il seguito di questo articolo »

Panico forense

3 novembre 2009 § Lascia un commento

Avete presente quelle scene di vecchi film in cui un personaggio finisce nelle sabbie mobili e per uscirne fuori si agita con tutte le sue forze, non facendo altro che peggiorare la sua situazione?
Ecco, una situazione analoga (con effetti tragicomici) è quella che si è verificata l’8 ottobre scorso sulla mailing list della Cancelleria Telematica Toscana.

« Leggi il seguito di questo articolo »

Il fattore U

1 settembre 2009 § Lascia un commento

Come più volte ho sostenuto, puoi adottare tutte le più sofisticate tecnologie di sicurezza, ma l’anello debole del sistema è l’essere umano. Mi riferisco a password semplici da indovinare o scritte su un post-it ed esposte in bella vista sul monitor, a reti wireless accessibili a chiunque si trovi nei paraggi, alla facilità con cui vengono forniti i propri dati personali a siti contraffatti.

Anche l’odioso UAC di Windows Vista serve a poco quando l’utente da l’OK senza aver compreso cosa viene chiesto o addirittura senza aver letto il messaggio del sistema.

« Leggi il seguito di questo articolo »

Phishing cartaceo

10 febbraio 2009 § Lascia un commento

Ormai siamo tutti un po’ abituati allo spam ed ai tentativi di phishing tramite posta elettronica. Quasi non ci facciamo più caso.
Se poi abbiamo installato un valido filtro anti-spam e anti-phishing, nella maggior parte dei casi non ci accorgiamo nemmeno di aver ricevuto tentativi di imbrogli elettronici.
E allora come fanno i poveri phisher?
Beh, si ritorna all’approccio tradizionale. Si ritorna alla carta.

« Leggi il seguito di questo articolo »

Siamo spiacenti…

24 giugno 2008 § 1 Commento

…ma la tua ricerca è simile alle richieste automatiche generate da un virus informatico o da uno spyware. Per proteggere i nostri utenti ora non può essere elaborata.

Questa è la parte iniziale del messaggio che diversi utenti di Google ricevono in modo abbastanza casuale in seguito ad una normale ricerca.

« Leggi il seguito di questo articolo »

A caccia di captcha

24 maggio 2008 § Lascia un commento

Non credo di sbagliare affermando che chiunque abbia una minima esperienza di navigazione sul Web abbia avuto a che fare con i captcha. Probabilmente non a tutti però questo nome risulta familiare, ancora meno sono quelli che sanno perchè si chiamano così.

« Leggi il seguito di questo articolo »

Dove sono?

Stai esplorando le voci con il tag Spam su Andrea Chiarelli.